#rugbysound16 – 02.07.16 – Day 9

La band gipsy punk dei Gogol Bordello infiamma il Rugby sound in contemporanea con la partita Italia – Germania.

Gogol Bordello Rugby Sound 20Parabiago – Grande festa, rovinata solo dal risultato dell’Italia agli Europei, ieri al Rugby Sound. Sul palco parabiaghese si sono esibiti ieri i Gogol Bordello, la celebre band, americana d’adozione ma multietnica nei fatti.  Il gruppo capitanato come sempre dal carismatico Eugene Hutz ha “diviso” il palco proprio con la nazionale italiana. Ma andiamo con ordine: la serata era stata aperta da un forte acquazzone durato circa fino alle 20. Subito dopo il campo sportivo di Parabiago ha cominciato a riempirsi. Tre maxi schermi hanno mandato in onda la partita tra Germania e Italia. Quando la sfida è arrivata ai supplementari (e poi agli sfortunati rigori per gli azzurri) è rimasto solo un monitor, senza audio, dedicato alla partita, con i Gogol Bordello che hanno cominciato a suonare. Così la metà del pubblico ha seguito lo spettacolo e tutti gli altri hanno seguito il calcio. Tra qualche grido “Forza Italia” per conquistare il pubblico, Hutz ed i suoi compagni hanno dato vita al solito show adrenalinico, con la loro travolgente miscela di punk, musica balcanica, dub, sonorità mitteleuropee, reggae, hip hop, e rock . Il pubblico ha gradito ballando e cantando malgrado qualche pozzanghera di troppo, rimasta per colpa del temporale. Alla fine della partita il pubblico è letteralmente raddoppiato. I Gogol Bordello sono sulle scene da parecchi anni, e spesso si sono visti in Italia, dove hanno sempre avuto un gran seguito. Il loro ultimo album risale al 2013 con “Pura vida conspiracy”.

Stefano Vietta [Sempione News] Foto Articolo: Beppe Fierro
Foto Copertina: Elena di Vincenzo